ENG/IT

ANDREA FACIU | coagula 2013/2016 |100 old hiking sticks, packing cord, table, pan, soup saucers. sound from „träume und komplizen: wo bleibt die zeit“ [dreams and accomplices: where is the time]. in sitio installation in alpine hut. 

[si prega di trovare la traduzione italiana qui sotto]

Solve et Coagula (lat: detach and compound) is an alchemical key formula and describes the following process: the analysis, separation or dissolution of a property and the subsequent joining to a better result. The connecting element is the basic idea of ​​the "Coagula" room installation consisting of 100 uninhabited and backed to anonymity hiking sticks, all of which have now lost their supporting function, and now meet with finger-wrestling. On the other hand, struggling forces are here the perceptible element. They form the pitch for the line structure and are the basic framework for the up and down of the spatial structure. To be heard is a fragment from the installation "dreams and accomplices" (2011) spoken by the artist, "where is the time." the installation in the recently habitable made alpine hut makes the recipient think about past, losts, forgiveness, about traditions, values, materiality and transience ...
Andrea Faciu (* 1977 in Bucarest), came to Munich being 14 years old and studied sculpture at the Academy of Fine Arts Munich in the Olaf Metzel class. She was a participant of Manifesta 5 in San Sebastian (where we first saw her work), Villa Romana Prize-winner (2007, where we met her personally) and in 2009 she performed the Romanian Pavilion at the Venice Biennial; the Pinakothek der Moderne dedicated an own space to her.

---

italiano: Solve et Coagula è una formula alchimica e descrive il seguente processo: l'analisi, la separazione o la dissoluzione di una proprietà e la successiva adesione ad un risultato migliore. L'elemento di collegamento è l'idea fondamentale dell'installazione in camera "Coagula" costituita da 100 bastoni di discesa e appoggiati all'anonimato, tutti che hanno perso la loro funzione di supporto e si incontrano ora con la lotta ai diti. D'altra parte, le forze lottanti sono qui l'elemento percepibile. Essi costituiscono il passo per la struttura di linea e costituiscono il quadro base per il su e giù della struttura spaziale. Da ascoltare è un frammento dell'installazione "sogni e complici" (2011) parlato dall'artista, "dove è il tempo". l'installazione nella capanna alpina recentemente abitabile rende il destinatario pensa al passato, alle perdite, al perdono, alle tradizioni, ai valori, alla materialità e alla transienza ...Andrea Faciu (1977 a Bucarest) è venuto a Monaco di Baviera a 14 anni e ha studiato scultura presso l'Accademia di Belle Arti di Monaco nella classe Olaf Metzel. Ha partecipato a Manifesta 5 a San Sebastian (dove abbiamo visto il suo lavoro), vincitore del premio Villa Romana (2007, dove l'abbiamo incontrato personalmente) e nel 2009 ha esibito il padiglione rumeno alla Biennale di Venezia; la Pinakothek der Moderne ha dedicato un proprio spazio a lei.