ENG/IT

christoph schirmer | Y-xit strategy, 2013/2017 | Chair lift seats, Pylon, Used Hydrants, Different Materials, ca. 11 x 3 x 3 m








[si prega di trovare la traduzione italiana qui sotto]

The sculpture Y-Xit Strategy is a multipart sculpture consisting of a former Pylon of the verditz chairlift and several Chairlift seats and hydrants Arranged at different locations. While The monolithic form of the pylons allows different associations (totem, pile), the minimal interventions (Y-LED illumination and X-shaped construction) relativize the first impression . The three chair lift seats (entrance), that seem to disappear into the ground, refer to the continuation of the objects in other places (exits), where the same lift seats reappear. a reference to Stanley Kubrick's "2001 - Space" Odyssey, namely that of the "monolith" and the armchair, which had been planted one after the other, as a paraphrase on the "group" - and the consideration: where is he? 

there are several "exits": the chair lift seats, that appear in front of the art-lodge, another "exit" is located at the upper part of the sculpture walk striking out of the mountain. the conceptual Idea of the lift as a "self-contained system" with entry and exit possibilities can be associated in addition. The work of Christoph Schirmer (* 1979, lives in vienna) is a cross over of painting, assemblages, wall and three-dimensional objects. his work is shown nationally and internationally and is situated in various collections, eg. CB Collection, Tokyo / JP; F. R. Weisman Collection, Los Angeles / USA; Siemens Collection, Vienna / A; Collection bm: ukk, Museum Angerlehner.


---

italiano: La scultura Y-Xit Strategy è una scultura multipartita costituita da un ex pilone della seggiovia verditz e da diversi sedili per seggiovia e idranti disposti in diverse posizioni. Mentre la forma monolitica dei piloni consente diverse associazioni (totem, pile), gli interventi minimi (illuminazione Y-LED e costruzione a X) relativizzano la prima impressione. Le tre sedi di ascensori (ingresso), che sembrano scomparire nel terreno, si riferiscono alla continuazione degli oggetti in altri luoghi (uscite), dove gli stessi posti di sollevamento riappariranno. un riferimento all'Odissea "2001 - Space" di Stanley Kubrick, cioè quella del "monolito" e della poltrona, piantati uno dopo l'altro, come parafrasi sul "gruppo" e la considerazione: dove è? 
ci sono diverse "uscite": i seggiolini per seggiovie, che appaiono davanti al palazzo d'arte, si trova nella parte superiore della passeggiata di sculture che esce dalla montagna. l'idea concettuale dell'ascensore come "sistema autonomo" con possibilità di ingresso e di uscita può essere associata in aggiunta. L'opera di Christoph Schirmer (* 1979, vive in vienna) è una traversa di pittura, assemblaggi, muri e oggetti tridimensionali. il suo lavoro è mostrato a livello nazionale e internazionale e si trova in varie collezioni, ad es. CB Collection, Tokyo / JP; Collezione F. R. Weisman, Los Angeles / USA; Siemens Collection, Vienna / A; Collezione bm: ukk, Museo Angerlehner.